Statuina raffigurante Buddha stante

Statuina raffigurante Buddha stante
Appartenenza oggetto
Altrui
Categoria
Oggetti per uso cultuale
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Lazio, RM
Città
Roma
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Arte Orientale 'Giuseppe Tucci'
Collezione
Giacinto Auriti
Inventario
661
Materia e tecnica
Bronzo a getto pieno; tracce di doratura
Datazione
VIII sec.; Periodo Silla unificato
Provenienza
Prodotto in Corea
Dimensioni
altezza 13.5 cm
Copyright immagine
Museo Nazionale d'Arte Orientale 'Giuseppe Tucci'

Descrizione breve

Il Buddha, che indossa un mantello sopra una veste, ha la mano destra alzata con il palmo rivolto all’esterno nel gesto della rassicurazione dalla paura ( abhayamudra) e la sinistra abbassata, sempre con il palmo verso l’esterno, nel gesto del dono (varadamudra). La testa, dal volto ovale e pieno, mostra un’ushnisha (deformazione cranica, uno dei 32 segni principali distintivi del Buddha) particolarmente rilevata e capelli lavorati a riccioli, ora quasi completamente scomparsi a causa della corrosione. Le orecchie dai lobi allungati, tipiche del Buddha, toccano le spalle. Il modellato è accurato e sotto l’abito si intravede la forma del corpo, ben proporzionato. Nella parte posteriore è presente l’attacco per l’aureola che originariamente circondava l’immagine. I gesti delle mani indicherebbero trattarsi di Shakyamuni, il Buddha storico, le cui immagini stanti sono caratterizzate da questi mudra; tuttavia essi possono essere condivisi anche da altri Buddha, in particolare da Amitabha, molto venerato in tutto l’Estremo Oriente e frequentemente rappresentato, soprattutto in periodo Silla unificato. Statuine di questo genere e di queste dimensioni erano di solito fatte realizzare da laici o monaci per altari privati.

Bibliografia

Giorgi, M.L. (2010), Archeologia e Arte della Corea, cat. Museo Nazionale d’Arte Orientale, Roma, p. 22

Soper, A. (1966), La collezione Auriti: bronzi cinesi, coreani, giapponesi, Miscellanea I, Museo Nazionale d’Arte Orientale, Roma, p. 30