Progetto didattico Hiroshima: “Viaggi nella Memoria. Per non dimenticare la tragedia del ‘900”: evento finale

Roma, Piazza del Campidoglio - Comune di Roma, Ambasciata del Giappone, Fondazione Italia-Giappone, MNAO (Servizio Didattico)

18 maggio, 2011 - Iniziative

I promotori del progetto

Il MNAO per il secondo anno consecutivo ha aderito con entusiasmo alla proposta dell’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, di collaborare al percorso “HIROSHIMA” nell’ambito del progetto “Viaggi nella Memoria. Per non dimenticare la tragedia del ‘900”.
Più di 700 ragazzi delle scuole primarie, accompagnati dai loro educatori hanno visitato la sala del museo appositamente allestita per quest’ iniziativa, con oggetti d’arte giapponese che più potessero incuriosire e attrarre dei giovani visitatori: un’armatura di samurai, una maschera di lacca, un kimono, stampe con lottatori di sumo. In laboratorio gli alunni si sono esercitati con l’alfabeto katakana, usato per registrare i termini stranieri, con cui hanno scritto prima le parole Italia e Roma e poi, con grande soddisfazione, il loro nome proprio.
L’entusiasmo dimostrato dai ragazzi ha premiato l’impegno profuso da Maria Luisa Giorgi, il funzionario responsabile del settore Estremo Oriente del MNAO e da Anna Laura Valitutti, la valente yamatologa a cui il Servizio Didattico si è rivolto per lo svolgimento della attività, che, iniziata in Museo, è poi proseguita nelle aule scolastiche dove gli allievi hanno scritto l’ideogramma della parola "pace" sui piccoli rotoli che sono stati consegnati a tutti; con questi hanno accolto gli ospiti dell’ambasciata giapponese quando sono andati ad insegnare loro l’arte dell’origami. Ma il lavoro guidato dall’entusiasmo degli insegnanti è proseguito con ricerche, disegni, poesie, pensieri in parte appuntati sui rotoli verticali che il Servizio Didattico ha fornito alle classi, a simulare dei veri kakemono che sono stati esposti sulla piazza del Campidoglio il 18 maggio in occasione della cerimonia “CORAGGIO GIAPPONE” - La Cerimonia delle Mille Gru da Sadako allo Tsunami, alla presenza all'assessore Gianluigi De Palo, del sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno, di Pier Fabrizio Santovetti, vice direttore Fondazione Italia Giappone, di Aldo Giovanni Ricci, delegato alla Memoria storica di Roma Capitale e di Gabriella Manna responsabile Servizio Didattico del MNAO. A Seiichiro Takahashi, consigliere dell'Ambasciata del Giappone, saranno consegnate le collane di gru preparate dagli studenti, da portare nel suo Paese, a testimoniare la partecipazione dei ragazzi romani alla tragedia che ha sconvolto tutto il mondo nell'agosto del 1945 quando venne sganciata su Hiroshima la prima bomba atomica, e il loro sentito pensiero alle vittime dello Tsunami che ha colpito il Giappone lo scorso mese di marzo.

 

Visita il sito di Roma Capitale per questo progetto:

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW171764&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

 

mn-ao.didattica@beniculturali.it

www.museorientale.beniculturali.it