"Tra natura e sacro: i templi hindu di Mamallapuram"

Museo Nazionale d'Arte Orientale 'Giuseppe Tucci'

07 Giugno, 2012 - Conferenza

giovedì 7 giugno ore 17.00

 Tra natura e sacro:

i templi hindu di Mamallapuram

Dalla matrice rocciosa alle dimore degli dei

in uno scenario naturale e simbolico

che esalta l’estetica dell’incompiutezza

 Ciro Lo Muzio

Sapienza Università di Roma

Shore temple

Il sito di Mamallapuram (Tamil Nadu, India) è da tempo campo privilegiato per lo studio degli stili e delle tecniche della più antica architettura dravidica, e nella sua scultura si svela una fase cruciale della storia dell’iconografia hindu e del rapporto tra l’arte e l’ideologia dinastica, specificamente quella dei Pallava (VII-VIII secolo). Dell’antica città costiera resta oggi un insieme di monumenti religiosi disseminati in un’area piuttosto estesa, tra il litorale e l’entroterra: templi  scavati nella roccia o scolpiti in affioramenti rocciosi o ancora costruiti a pochi metri dalle acque dell’Oceano Indiano e, infine, rilievi rupestri. A Mamallapuram la linea di demarcazione tra il monumento e l’elemento naturale da cui esso prende forma e vita è volutamente sfumata, in un rapporto di continuità che potenzia l’efficacia della creazione umana.

  Dalle ore 16.30 alle ore 17.30 si potrà usufruire

del biglietto d'ingresso al Museo al prezzo ridotto di € 3,00

mn-ao.direzione@beniculturali.it

www.museorientale.beniculturali.it