"Fiumi e boschi come luoghi santi. Aspetti religiosi, culturali ed ecologici della geografia sacra indiana"

Museo Nazionale d'Arte Orientale 'Giuseppe Tucci'

24 Maggio, 2012 - Appuntamenti in museo 2012

Giovedì 24 Maggio, 0re 17.00

Fiumi e boschi come luoghi santi
Aspetti religiosi, culturali ed ecologici
della geografia sacra indiana

Giovanna Iacono
Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘G. Tucci’

Tree of life

La manifestazione del sacro nella natura è tuttora una componente importante, e distintiva, dell’esperienza religiosa indiana: fiumi, laghi, boschetti venerati come sacri costellano il territorio del Subcontinente.

La geografia sacra indiana testimonia la profonda relazione, le distanze ma anche le contaminazioni, tra l’ortodossia brahmanica e la cultura e le forme religiose autoctone, legate ai culti della natura e ai riti della fertilità, presenti tra le popolazioni aborigene e nella devozione rurale.
Nel contempo – sottolineano vari autori – la sacralizzazione della natura presenta un interessante intreccio tra sacro e profano, ben visibile nel boschetto sacro dove i valori religiosi si intrecciano a quelli sociali di mantenimento dell’identità di intere comunità, di equilibrio ambientale, di riserva di biodiversità.

Dalle ore 16.30 alle ore 17.30 si potrà usufruire del biglietto d'ingresso al Museo al prezzo ridotto di € 3,00

mn-ao.direzione@beniculturali.it

www.museorientale.beniculturali.it

Documenti da scaricare