Biblioteca

wordcloud_web

Informazioni generali: La biblioteca del MNAO è in funzione dal 1958, primo anno di apertura al pubblico del Museo. È censita dall’anagrafe delle biblioteche italiane e nel sistema bibliotecario internazionale le è stato assegnato il Codice ISIL (International Standard Identifier for Libraries) IT-RM1232. Partecipa al Servizio Bibliotecario Nazionale attraverso il Polo degli Istituti culturali di Roma (http://www.istituticulturalidiroma.it/).

Una breve descrizione è apparsa anche nel Catalogo delle biblioteche d’Italia. 7.2: Lazio, a cura di Regione Lazio, Assessorato Politiche per la promozione della cultura dello spettacolo e del turismo, Soprintendenza ai Beni Librari. Roma: ICCU; Milano: Bibliografica, 1996, p. 426.

Ingresso: Via Merulana 247, 5° piano.

Accesso e consultazione delle opere: La biblioteca è un servizio interno a supporto delle necessità di ricerca e documentazione del Museo, ma è aperta al pubblico.

La consultazione può avvenire esclusivamente nella Sala di lettura.

Orario indicativo di apertura: lunedì, giovedì e venerdì 9,00-13,00, martedì e mercoledì 9,00-16,00. A causa della carenza di personale, gli utenti esterni sono pregati di preavvisare il loro arrivo con alcuni giorni di anticipo per telefono o mail.

Cataloghi: sono disponibili cataloghi su scheda cartacea per autore e topografico per le pubblicazioni acquisite sino al 2008, e una banca dati per le acquisizioni più recenti.

È in corso l'inserimento delle schede nel catalogo on-line del Servizio Bibliotecario Nazionale, che sostituirà quelli attualmente disponibili: al 18 novembre 2016 risultano inserite 2147 unità inventariali su 15188 (14,13 % del posseduto), corrispondenti a 1421 titoli (monografie e periodici). Il Catalogo disponibile in questo sito è parziale e le collocazioni non sono aggiornate.

Patrimonio: la biblioteca possiede circa 15.000 unità, tra monografie, periodici e carte geografiche, dedicati principalmente all’arte e all’archeologia delle regioni asiatiche. Questo nucleo principale è integrato dalla documentazione sui più vari aspetti delle civiltà orientali e sui loro rapporti con le altre culture, nonché sulla storia degli studi orientalistici.

Essendo da anni impossibile acquistare volumi o sottoscrivere abbonamenti a causa della completa assenza di risorse economiche, il patrimonio della Biblioteca viene attualmente incrementato per scambio e donazione.

Donazioni e scambi: I privati cittadini e gli enti che intendono donare pubblicazioni devono inoltrare preventivamente l’elenco al responsabile della biblioteca per l’accettazione.

Lo scambio di pubblicazioni viene di norma effettuato con altre biblioteche, associazioni, enti pubblici e privati. L’elenco della pubblicazioni disponibili per lo scambio può essere consultato qui.

Archivio storico: presso la Biblioteca è in via di costituzione un archivio storico comprendente i seguenti fondi:

1) ex Istituto italiano per il Medio ed Estremo Oriente. Oltre ai documenti cartacei, comprende registrazioni foniche su nastro magnetico risalenti agli anni Sessanta e Settanta, che sono state restaurate e digitalizzate dall’Istituto Centrale per i Beni sonori e Audiovisivi del MiBACT, che ne ha anche compilato il catalogo, e decine di pellicole cinematografiche che saranno quanto prima restaurate grazie agli accordi in via di definizione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale.

2) Tucci-Bonardi, comprendente i documenti e le fotografie ricevuti per legato testamentario da Francesca Bonardi, vedova Tucci.

La consultazione dei documenti da parte degli interessati sarà possibile non appena terminato il riordino.

Riproduzione: solo in fotocopia, su autorizzazione del Responsabile, compatibilmente con i criteri di conservazione dei documenti e nel rispetto della normativa sulla proprietà intellettuale.

Prestito: è ammesso solo il prestito interno.

Responsabile: dott. Oscar Nalesini
tel. 0039 0646974817
oscar.nalesini@beniculturali.it

La biblioteca digitale